Italian

Programma per la trasparenza e l'integrità

Sezione contenente il PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA', come indicato dall'art. 10, c. 8, lett a) del d. lgs. 33/2013

Art. 10 Programma triennale per la trasparenza e l'integrità

Comma 8. Ogni amministrazione ha l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale nella sezione: «Amministrazione trasparente» di cui all'articolo 9:

Lettera a) il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità ed il relativo stato di attuazione;

Documenti relativi al programma per la trasparenza e l'integrità

Prevenzione e repressione corruzione ed illegalità nella pubblica amministrazione

Con Legge 6 novembre 2012 n. 190 (Gazzetta Ufficiale del 13 novembre 2012 n. 265), entrata in vigore il 28/11/2012 sono state dettate le disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione; a tal fine, l'organo di indirizzo politico individua, di norma tra i dirigenti amministrativi di ruolo di prima fascia in servizio, il responsabile della prevenzione della corruzione, negli enti locali, il responsabile della prevenzione della corruzione è individuato, di norma, nel segretario, salva diversa e motivata determinazione.

Il comune di Venzone, è tenuto ad individuare il responsabile di che trattasi.

Il responsabile della prevenzione della corruzione deve:
a) elaborare la proposta di piano di prevenzione della corruzione;
b) definire procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti chiamati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione, prevedendo, negli stessi settori, la rotazione di dirigenti e funzionari;
c) verificare l'efficace attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e la sua idoneità, nonché proporre la modifica dello stesso quando sono accertate significative violazioni delle prescrizioni ovvero quando intervengono mutamenti nell'organizzazione o nell'attività dell'amministrazione;
d) verificare, d'intesa con il dirigente competente, l'effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento delle attività nel cui ambito è più elevato il rischio che siano commessi reati di corruzione;
e) ad individuare il personale da inserire nei programmi di formazione sui temi dell'etica e della legalità;

Torna su